Eidon Lab Scarl al convegno “Open Science & Innovation”

 In Eidon Lab, Industria 4.0, News, PMI innovative, Ricerca Innovazione, Start up, Tecnologie

Il 25 febbraio si è tenuto presso la sala convegni di Unioncamere (Palazzo Turati) a Milano il convegno a carattere nazionale “Open Science & Innovation”, promosso da Airi – Associazione Italiana per la Ricerca Industriale.

Il convegno si proponeva di delineare modelli nuovi di cooperazione pubblico – privato nella Ricerca & Sviluppo, caratterizzati dal focus sullo sviluppo di prodotto, sulla gestione della proprietà intellettuale, sulla formazione di figure qualificate nel raccordo, sulla creazione di reti digitali basate sulla gestione avanzata dei dati tecnologici.

Sono intervenuti gli esponenti dei principali associati AIRI: CNR, ENEA, INSTM, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Eni, Enel, Bracco, Brembo, Unioncamere, Eidon Lab, Innovhub-SSI, rappresentanti dell’Ufficio italiano brevetti e marchi.

Il convegno ha messo in evidenza come principale criticità la scarsa diffusione di “prassi” per trasferire al mondo dell’industria e della produzione le competenze che si sviluppano nei luoghi della Ricerca (Università, CNR, strutture di Ricerca RTO – Research and Technology organization).

Partendo da questa necessità, sono state elaborate alcune riflessioni, che hanno visto la principale soluzione nelle metodologie di trasferimento basate sull’Open Science and Innovation.

A tal proposito è intervenuto il prof. Renato Ugo, Presidente di Airi: <<Per dare un respiro più ampio e più funzionale a questa collaborazione occorre intervenire per favorire concrete e valide progettualità di comune interesse, che nascano da potenzialità di innovazione a partire dai risultati ottenuti dalla ricerca così da trasformarli in reali opportunità di “open innovation” per l’industria>>.

Per quanto riguarda Eidon Lab, l’amministratore Ing. Marco Santoro, amministratore di Eidon Lab, ha descritto schematicamente come Eidon Lab riesca, con un approccio estremamente pragmatico ed “open“, a sviluppare attività di ricerca di buon livello scientifico ma che, contemporaneamente, possano essere velocemente assorbite e valorizzate a livello industriale in nuovi prodotti e servizi finiti.

<<Eidon Lab è una struttura che ha 40 anni di storia>> sottolinea l’Ing. Santoro <<e che da 40 anni lavora nel mondo della Ricerca. La sua attività si basa sui principi dell’Open Innovation e della Ricerca collaborativa: è pertanto in continuo contatto con le centinaia di strutture di ricerca e sviluppo della rete EIDON COIN e con le centinaia di aziende committenti su tutto il territorio italiano. Tramite il modello di Open Innovation su cui si fonda, infatti, Eidon Lab realizza una prassi di collegamento strutturata ed efficace per rendere operativo e quindi applicabile e concreto il trasferimento delle competenze e dei risultati della ricerca alle aziende private (industriali e di servizi) che commissionano progetti di ricerca e sviluppo in outsourcing ad Eidon Lab>>.

Pertanto utilizzando questa prassi le aziende sono incentivate ad investire in ricerca “in outsourcing” attivando quel processo di collaborazione con le strutture di ricerca che è il tema di questo convegno.

 

Per approfondire la presentazione clicca qui.

Recommended Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Non leggibile? Modificare il testo.

Start typing and press Enter to search