Contratti regionali di insediamento: finanziamenti dalla regione Friuli Venezia Giulia

 In Finanza agevolata, News, PMI innovative, Ricerca Innovazione, Start up

Con la legge 3/2015 art 6. la Regione Friuli Venezia Giulia promuove la stipula di contratti regionali di insediamento negli agglomerati industriali di competenza dei consorzi o ricadenti nelle aree dei distretti industriali. Per tale scopo, ha stanziato 2.600.000,00 € ed ulteriori risorse potranno essere rese disponibili.

 

In cosa consiste il beneficio

La legge finanzia interventi aventi per oggetto nuovi insediamenti produttivi, oppure ampliamenti o programmi di riconversione produttiva di imprese già insediate nelle suddette aree.

Il beneficio consiste in un fondo perduto fino al 70% delle spese ammissibili. Differenze di contributo sono fissate in base a dimensione d’impresa e tipologia di investimento.

Il limite minimo di spesa è pari a:

  • 500.000 euro (PMI);
  • 1.000.000 euro (grande impresa).

 

A chi è rivolto

La domanda può essere presentata da tutte le PMI o Grandi imprese localizzate o che localizzano l’attività negli Agglomerati Industriali o nelle Zone Assistite. Si precisa che le imprese devono:

  1. non operare nei settori pesca, acquacoltura, produzione e commercializzazione di prodotti agricoli;
  2. non essere imprese in difficoltà;
  3. possedere, in relazione al progetto di investimento proposto, il requisito di capacità economico/finanziaria.

 

Quali sono le spese ammissibili

Le spese ammissibili per la realizzazione degli interventi sono:

  1. investimenti in attivi materiali, consistenti nell’acquisto (anche in leasing) di terreni, immobili, impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica;
  2. investimenti in attivi immateriali, ossia diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  3. costi salariali stimati , calcolati su un periodo di massimo due anni;
  4. realizzazione di opere edili.

Sono altresì ammissibili i progetti di TUTELA AMBIENTALE e dunque investimenti a favore di:

  1. misure di efficienza energetica;
  2. cogenerazione ad alto rendimento;
  3. produzione di energia da fonti rinnovabili;
  4. studi ambientali, compresi gli audit energetici.

 

Quando è possibile presentare la domanda

La domanda di aiuto può essere presentata dalle ore 9:15 del giorno lunedì 14 Maggio 2018 alle ore 24:00 di venerdì 6 Luglio 2018. Per cui la scadenza è oramai vicina!

Affrettati a contattarci per avere più informazioni in merito e ottenere il contributo.

Recommended Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Non leggibile? Modificare il testo.

Start typing and press Enter to search